VOGLIO RESTARE A CASA MIA. L'APPELLO DI GIORGIO DE MUSIS firma ora

L'appello di Giorgio, romano disabile: «Voglio restare al Santo Stefano a Porto Potenza è la mia casa»

PORTO POTENZA - «Qui al Santo Stefano mi sento al sicuro, a Roma non ho punti di riferimento». A parlare è Giorgio De Musis, 57enne romano, da 37 anni domiciliato a Porto Potenza (Macerata), ospite nell’istituto di riabilitazione. Giorgio, detto «il poeta» per il suo amore verso la scrittura, è disabile dalla nascita, a causa di un errato utilizzo del forcipe al momento del parto. Dall’età di 23 anni vive al Santo Stefano: la sua casa, la sua famiglia.

Giorgio lancia un appello alla Regione Lazio che, per effetto della spending review, non è più disposta a finanziare la permanenza nella struttura potentina, che è fuori dal bacino regionale. «Io voglio rimanere qui, ma la Regione Lazio sta premendo per riportarmi a Roma. Circa venti giorni fa - racconta Giorgio - è arrivata una lettera a mia sorella Fiorella, che ha preso contatto con un avvocato, perché io voglio rimanere qui. A Roma ho perso di vista tutti e poi non c’è una struttura adatta alle mie disabilità. Dovrei restare a casa finché non trovano un centro attrezzato». Poi aggiunge: «Mi dispiace che la Regione si comporti così con i suoi assistiti».

Enrico Brizioli, ad del gruppo Santo Stefano, conosce bene Giorgio e ciò che sta passando. «Noi riteniamo che sia un diritto del paziente scegliere il luogo di cura - dice Brizioli - Non si può non tener conto della volontà di un paziente circa la struttura dove verrà curato e assistito. Lo dicono la Costituzione e la legge». Il Santo Stefano è in contatto con la Asl di appartenenza per decidere il percorso da fare.

Nonostante la difficile storia, gli occhi di Giorgio brillano di una luce contagiosa. Indossa un sorriso e trasmette la voglia di vivere. «In tutti questi anni mi sono innamorato minimo venti volte - dice scherzando - a volte anche delle infermiere. Ma non dimentico una ragazza di Roma, Maria Grazia, figlia di un militare, come me. Mi sono dichiarato, ma suo padre era troppo rigido». «Fino a 23 anni ho vissuto a Roma con la mia famiglia - ricorda ancora Giorgio - mio padre era un generale di corpo d’armata. Mi ha fatto scoprire il mondo esterno e mi ha trasmesso la passione per il mare, mi portava sempre in barca a vela. Quando mia madre e mio padre sono venuti a mancare, sono venuto al Santo Stefano. Mia sorella viene a trovarmi spesso - racconta - si alterna con la seconda moglie di mio padre, Silvia. Ho anche una nipote di 37 anni, Francesca, che è venuta a trovarmi di recente».

Giorgio è sereno, parla dal terrazzo della struttura che si affaccia sul mare Adriatico. «Un conto è guardare il mare, un conto è viverlo - dice - il mio sogno è quello di partecipare ancora una volta all’American’s cup per disabili. Però avrei bisogno di qualcuno che mi aiutasse». Giorgio è credente, scrive poesie, ama la musica di Giulio Belli e stare a contatto con le persone. Poi, indicando la carrozzina elettrica, acquistata da solo, conclude: «Purtroppo non ho mai provato la bellissima gioia di camminare. Ma vivo la vita con ottimismo, adesso vorrei solo rimanere in questa struttura dove tutti mi sono sempre stati vicini».

La regione Lazio ha già fatto rientrare un altro paziente. Nel caso di Giorgio c'è stata una prima richiesta di informazioni e documentazione e quindi la comunicazione che verrà una commissione medica della Asl di appartenenza per valutare le sue condizioni ed eventualmente richieder e il trasferimento.

Firma La Petizione

O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
25 / 50000

Firme Recenti

  • 25 dicembre 201325. maria michela farallo (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 11 dicembre 201324. Chiara Giammarini (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 11 dicembre 201323. ANGERS (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 10 dicembre 201322. gianni raggio
    Sottoscrivo questa petizione
  • 10 dicembre 201321. pappix (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 10 dicembre 201320. alice giacobbi (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 10 dicembre 201319. JoyManch
    Sottoscrivo questa petizione
  • 10 dicembre 201318. Erik36 (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 09 dicembre 201317. idk you not
    Sottoscrivo questa petizione
  • 09 dicembre 201316. Matteo Cerboneschi
    Sottoscrivo questa petizione
  • 09 dicembre 201315. Giorgia tomassini (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 09 dicembre 201314. Alessandro Fratini (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 09 dicembre 201313. Elena Alessandrini
    Sottoscrivo questa petizione
  • 09 dicembre 201312. Andrea Ippoliti (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 09 dicembre 201311. Livio Panitteri (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 09 dicembre 201310. LAURA CRUCIANI
    Sottoscrivo questa petizione
  • 09 dicembre 20139. Cla92
    Sottoscrivo questa petizione
  • 09 dicembre 20138. Paolo Felici
    Sottoscrivo questa petizione
  • 09 dicembre 20137. Marica Vitali (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 09 dicembre 20136. Jessica Serva (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 09 dicembre 20135. luciliu
    Sottoscrivo questa petizione
  • 09 dicembre 20134. Eleonora Bonfili (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 08 dicembre 20133. Francesco Berrettoni (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 08 dicembre 20132. Beatrice Peroni
    Sottoscrivo questa petizione
  • 08 dicembre 20131. Paola Severini
    Sottoscrivo questa petizione

Utente non più registratoDa:
Persone e organizzazioniIn:
Destinatario petizione:
Regione Lazio, pubbliche istituzioni

Sostenitori ufficiali della petizione:
Amici di Giorgio

Tags

disabile, firmiamo, giorgio, musis, petizione, picena, poeta, porto, potenza

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets