SALVIAMO L'OSPEDALE DI PRAIA A MARE firma ora

I sottoscritti cittadini del comprensorio dell’alto tirreno cosentino, fortemente contrari alla paventata chiusura dell'Ospedale di Praia a Mate esprimono attraverso questa sottoscrizione forte preoccupazione in merito al servizio sanitario che la Regione intende erogare ai propri cittadini sul territorio.

Chiedono
Al commissario Regionale della Sanità della Regione Calabria, al Governatore Scopelliti , ai Sindaci dei comuni interessati, alla Provincia di Cosenza, di intraprendere ogni utile iniziativa politica ed amministrativa per garantire la prosecuzione dell'attività dell'Ospedale che rappresenta un servizio irrinunciabile per la cittadinanza dei Comuni dell’Alto tirreno Cosentino e per comuni delle Regioni viciniori.

Chiedono
ai Parlamentari Calabresi di intervenire presso Organi statali e regionali nella volontà della stragrande maggioranza dei cittadini e dei Comuni limitrofi al fine di mantenere l'attività dell'Ospedale .
CONSIDERATO CHE È OPINIONE PUBBLICA CHE IL PIANO DI RIENTRO DEL DEBITO SANITARIO REGIONALE, CONCORDATO CON IL GOVERNO CENTRALE, HA PORTATO ALLA GRAVE DECISIONE di prevedere la CHIUSURA DEFINITIVA del P.O. di Praia a Mare, o meglio la sua riconversione in casa della salute, con delibera n. 18/10/2010 del Governatore Regionale e commissario ad acta per l’attuazione del piano di rientro; la quale stabilisce di chiudere/RICONVERTIRE entro il30 marzo 2012 la struttura che da oltre 40 anni opera nel territorio, come punto di riferimento di unʼutenza regionale ed extra regionale.
Una struttura sanitaria pubblica utile e di garanzia per la salute pubblica per l’ intero e periferico comprensorio dell’alto tirreno cosentino -- dotata di molte professionalità qualificate sia tra il personale sanitario che parasanitario -- su cui la Regione ha anche effettuato investimenti negli ultimi anni .
Ci troviamo di fronte ad una decisione tanto più grave quanto anomalo è stato il percorso che ha condotto a questo ulteriore smantellamento di un pezzo di Sanità Pubblica, se solo si pensa che il piano di rientro dal debito sanitario della regione Calabria prevedeva il mantenimento del P.O. DI Praia a Mare convertito in P.O. per acuti e non in casa della salute…, che praticamente oggi vuol significare chiusura dell'ospedale, e chiusura specifica dei reparti esistenti (chirurgia, medicina, etc) e soprattutto del pronto soccorso.
Ciò significherà, maggiormente per i ricoveri urgenti e di primo soccorso, DA NON DIMENTICARE NEL PERIODO ESTIVO IL NUMERO DEGLI UTENTI AUMNETA A DISMISURA che bisognerà raggiungere Strutture ospedaliere ad oltre 40 minuti di auto, su una strada statale inadeguata e pericolosa quale è la ss 18 oppure raggiungere la struttura ospedaliera extra regionale di Lagonegro, ove i tempi di percorrenza per raggiungerla si aggirano intorno ai 30 minuti circa, con una S.S. 585 DEL FONDO VALLE DEL NOCE, che è inadatta e piena di insidie per una percorrenza rapida che una emergenza sanitaria esige.

E’ facile intuire, altresì, che la chiusura definitiva del P.O. di Praia a Mare , obbligherà gli utenti a vagare per gli Ospedali anche per prestazioni sanitarie ordinarie, poiché non si avrà più un punto di riferimento sul territorio, col risultato di un inutile aggravio di costi sociali e notevoli disagi per gli utenti, che saranno costretti a tempi di attesa maggiori e a rivolgersi alle strutture sanitarie private.

Tale decisione del Commissario e Governatore Regionale non trova alcuna giustificazione poiché la chiusura, di un SERVIZIO PUBBLICO DI PREVENZIONE E CURA SUL TERRITORIO, come il P.O. di Praia a Mare ha una funzione importantissima,perché la sua agevole e maggiore accessibilità favorisce interventi di cura e prevenzione più efficaci, tempestivi e meno costosi per il SSN, a favore dell’intera popolazione dell’ Alto tirreno cosentino.
Pertanto, firma per dire NO a questo grave atto deliberativo illogico, del Commissario e Governatore della Regione Calabria, di chiusura del P.O. di Praia a Mare… per dire, invece, SI alla salute e rivendicare il tuo diritto ad avere una sanità efficiente ed organizzata sull’ intero territorio del comprensorio dell’Alto tirreno cosentino… dai forza ai tuoi diritti…dai forza al diritto alla tutela della salute previsto dall’art 32 della Costituzione Italiana.

Firma La Petizione

O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
110 / 5000

Firme Recenti

  • 15 March 2013110. ANTONIO BATTAGLIA (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 03 July 2012109. raffaele soria (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 29 May 2012108. caprone (non verificato)
    meno soldi ai politi ed ai giornalisti e di+alla sanità
  • 29 May 2012107. massimiliano marino
    il bastardo di Scopelliti ne sta aprendo 4 a reggio
  • 29 May 2012106. luciosav
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 May 2012105. Damaso Mignogna
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 May 2012104. Feliciano
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 May 2012103. Genesio
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 May 2012102. Metello Zitelli
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 May 2012101. Terenzio
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 May 2012100. Crespignano
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 May 201299. Vanda
    Sottoscrivo questa petizione
  • 04 February 201298. Edil Srl
    Sottoscrivo questa petizione
  • 28 September 201197. Alba Della Vecchia (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 16 July 201196. maurizio potenza (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 13 July 201195. Daniele Guida
    Sottoscrivo questa petizione
  • 21 May 201194. riccardo dallatorre (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 08 May 201193. Claudio Frosi
    L'ospedale non si chiude.
  • 25 April 201192. egidio greco
    Sottoscrivo questa petizione
  • 22 April 201191. laura ceccherelli
    Sottoscrivo questa petizione
  • 26 March 201190. salvatore sanna (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 26 March 201189. vincenzo FAVIERI
    Sottoscrivo questa petizione
  • 26 March 201188. Giovanni De Francesco
    Sottoscrivo questa petizione
  • 06 March 201187. Annamaria Perrelli
    Sottoscrivo questa petizione
  • 05 March 201186. Lia Esposito
    D'estate stiamo a Scalea. L'ospedale non si chiude.
  • 01 March 201185. antonio casella
    Sottoscrivo questa petizione
  • 26 February 201184. Rosy Casella (non verificato)
    Continuiamo a credere in un diritto imprescindibile.

vedi tutte le firme

Giovanni PaganoDa:
SaluteIn:
Destinatario petizione:
REGIONE CALABRIA, COMMISSARIO STRAORDINARIO SANITA' CALABRIA, GOVERNO

Sostenitori ufficiali della petizione:
COMITATO CIVICO

Tags

Nessuna tag

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets