PETIZIONE CONTRO L’UTILIZZO DELLE BOTTICELLE A ROMA firma ora

L’OIPA invia una lettera e invita il Sindaco Gianni Alemanno, Fabio De Lillo, Sergio Marchi a rivedere le delibere e ad affrontare definitivamente la situazione botticelle, che oltre ai cavalli maltrattati affligge la sicurezza dei cittadini e intralcia il traffico urbano, rendendo la situazione ormai insostenibile.

Lettera aperta al
Sindaco Gianni Alemanno
Assessore Ambiente Fabio De Lillo
Assessore Trasporti Sergio Marchi

Egregi Sindaco e Assessori,
come è evidente dai recenti gravissimi avvenimenti il problema delle botticelle è ancora tale, come è normale che sia visto che questa Amministrazione, dagli incidenti del 2008 ad oggi, non ha preso alcun serio provvedimento in materia, procedendo solamente con l’uscita di qualche comunicato in cui si annunciavano grandi cambiamenti, mai avvenuti.
La tanto attesa delibera del luglio 2009, e la successiva determina (febbraio 2010) hanno sostanzialmente ribadito e riconfermato la continuazione del servizio, con grande delusione di tutti coloro che avevano creduto alla reale intenzione del sindaco di Roma di mettere la parola fine a questa attività (si ricorda che nel marzo 2009 aveva annunciato che le carrozze sarebbero state messe nei parchi).
Le “novità” introdotte dalle delibere, ancorché fossero state applicate, non avrebbero comunque cambiato nulla per i cavalli, i quali, fintanto che il servizio “botticelle” rimane in essere continueranno a soffrire; proprio come prima. Infatti l’apposizione di targhe, microchip, catarifrangenti, ambulanze con argano di sollevamento, che intervengono quindi eventualmente DOPO che l’incidente è avvenuto, cosa possono significare per i cavalli? NULLA, perché a due anni di distanza dai gravissimi incidenti loro sono ancora lì, attaccati alle carrozze.
Lo stesso elenco delle cosiddette strade off - limits, stilato con ben 4 mesi di ritardo rispetto al previsto (si trattava solo di un semplice elenco!) è stata l’ennesima presa in giro dei cittadini preoccupati per la salute dei cavalli. Da tale elenco sono rimaste escluse incredibilmente strade come via del Tritone, via Veneto, le congestionatissime piazza della Repubblica e piazza Venezia, viale Trastevere, la salita di via di S. Gregorio, ecc.. ma includono solo poche strade per di più già poco frequentate dai vetturini…
Nessuna traccia delle targhe (che secondo la delibera del 20 luglio 2009 dovevano essere attivate dopo 6 mesi quindi a gennaio 2010); non che cambino qualcosa per i cavalli, ma comunque non sono state fatte.
Nessun prezziario per i vetturini, nessun obbligo di rilasciare fattura. Su questi due argomenti non si può dire che l’amministrazione non abbia mantenuto la parola in quanto non è mai stato detto, né tanto meno scritto che vi sarebbe stata l’intenzione di fare chiarezza su questo aspetto e uniformare gli obblighi dei vetturini a quelli degli altri cittadini (negozi e ristoranti hanno l’obbligo di avere, esporre e rispettare un prezziario a garanzia del consumatore, perché loro no? Eppure i ristoranti vengono ben multati quando applicano prezzi troppo alti ai turisti danneggiando l’immagine turistica di Roma; vedi ristorante “il passetto” di Piazza Navona).
Per quanto riguarda i controlli, come denunciato più volte in questi mesi dalla nostra associazione, insieme a Lav, attraverso testimonianze video e fotografiche, ci dispiace dire che sono pressoché ASSENTI e che i vetturini CONTINUANO AD AGIRE NELLA TOTALE IMPUNITA’, anche sotto gli occhi dei vigili, caricando troppi passeggeri, andando al trotto, o negli orari vietati (in fondo sono riportati alcuni video); oltretutto insultando e rivolgendosi con inaccettabile arroganza e violenza a coloro che gentilmente fanno loro notare l’infrazione commessa rispetto al regolamento del comune di Roma. Tale regolamento, lo ricordiamo, egregi Sindaco e Assessori, è stato approvato all’unanimità e l’ufficio diritti animali dovrebbe adoperarsi ogni giorno per garantirne il pieno rispetto.
La sofferenza dei cavalli è inevitabile se si continua a mantenere in vita istituzione delle botticelle, a prescindere dalle misure restrittive.
Ai cavalli non interessa che ci sia l’ambulanza che li raccoglie quando sono caduti se fino a quel momento sono sottoposti a condizioni di lavoro proibitive.
Anzi siamo propensi a pensare che probabilmente preferirebbero farla finita, tanto sono comunque dei condannati a morte e ai lavori forzati.
I romani non vogliono più le botticelle, perché anche coloro che non sono “animalisti” si sono resi conto che è un’attività ormai insostenibile, che Roma è oggi quella che è: trafficata, caotica, sempre più calda d’estate, piena di smog, con strade sconnesse, scivolose e difficoltose per i cavalli ecc. e che dei poveri animali non possono essere costretti a lavorare in questo modo.
Chiediamo quando e se abbiate davvero intenzione di farvi portavoce degli interessi dei cittadini e di un senso di civiltà doveroso. Chi rappresenta le istituzioni dovrebbe dare il buon esempio e fare ciò che è giusto. Per i cittadini, per la loro sicurezza, per i turisti che spesso hanno segnalato di aver subito truffe sulle tariffe, per il senso di giustizia (i vetturini, e solo loro, non hanno obbligo di lasciare fattura e né quello di rispettare un prezziario), per gli animali, per il decoro e l’immagine di Roma.
L’episodio della ragazza brutalmente aggredita dal vetturino il 7 settembre scorso è, nemmeno a dirlo, di una gravità inaudita, e la goccia che fa traboccare il vaso. L’amministrazione deve prendere provvedimenti e fare una scelta chiara, definitiva e risolutiva: abolire le botticelle e sostituirle con i risciò o con carrozze elettriche.

Firma La Petizione

O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
77 / 5000

Firme Recenti

vedi tutte le firme

Tags

animali, botticelle roma, cavalli, protezione, roma, tutela petizione

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets