Per il ripristino da settembre 2020 dell’ordinaria attività educativa e istruzione scolastica firma ora

OGGETTO: Ai sensi art.118 IV comma Cost.- principio di sussidiarietà orizzontale- e dell’art.34 I comma Cost., ed ai sensi del “principio di proporzionalità” del diritto comunitario recepito anche dalla giurisprudenza e diritto amministrativo italiano, per il rifiuto della didattica mista/a distanza e per il ripristino a.s 2020/2021 sin da settembre 2020 della ordinaria attività educativa e di istruzione scolastica, solo in presenza dei docenti ed all’interno dell’edificio scolastico, e priva di ostacoli alla socialità come “distanziamento sociale/protezione naso e bocca, braccialetti elettronici ed altre misure non giustificate e non proporzionali rispetto al rischio corso in età pediatrica. -rif. allegati tecnici   Al Presidente della repubblica Sergio Mattarella. Al Ministro dell’ istruzione Lucia Azzolina. Al Consiglio superiore della Pubblica istruzione. Al Presidente della regione Massimiliano Fedriga. Al Sindaco del comune di Trieste Roberto Di Piazza.   Noi sottoscritti cittadini/e italiani riteniamo che la scuola debba essere posta al centro dell’attenzione del governo in vista della riapertura di Settembre 2020 in base alle seguenti                                                                  MOTIVAZIONI:   - Come risulta dalle norme Sovranazionali e Nazionali e dalla convenzione sui diritti dei bambini dell’infanzia e adolescenza la scuola rappresenta un momento spazio-temporale insostituibile nella forma umana dell’individuo e della sua dimensione sociale. Da ricercarsi in:“il diritto dei fanciulli in tempi di COVID-19, relazione TECNICO- GIURIDICA Avv. Grazia Cutino.   - Questa è una malattia virale che crea pochissimi problemi nell’infanzia. Da ricercarsi in: “COVID-19 e popolazione infantile”, relazione MEDICO-SCIENTIFICA Dott. Fabio Franchi.   - Rischio di danno alla crescita nell’età dello sviluppo, dovuti alla mancanza od ostacolo di relazioni e di contatto tra bambini ed adulti e mondo, con alterazione della biologia della relazione empatica necessaria ad un sano sviluppo psicofisico del bambino. Da ricercarsi in: “Distanziamento sociale e didattica a distanza nella scuola rischi di alterazioni neurofisiologiche nell’età dello sviluppo”, relazione NEUROSCIENTIFICA Dott. Iannetti.   - Su questioni di metodo e di merito ed effetti collaterali da ricercarsi in “Alcune osservazioni sul rapporto del comitato tecnico-scientifico su cui si basa la normativa della Fase 2”, relazione epistemiologica del Prof..Marco Mamone Capria, matematico ed epistemologo.                                                                CHIEDIAMO   Ai sensi del principio di sussidiarietà orizzontale (art.118 IV comma, art 34 I comma, Cost.) di non avviare l’anno scolastico 2020/2021 implementando una didattica mista in presenza on-line a distanza, lesiva e discriminatoria dei diritti dei bambini e delle famiglie, e di porre in atto ogni sforzo per un normale inizio di anno scolastico ed un ripristino delle ordinarie attività educativa e formativa, in leale collaborazione con tutte le istituzioni coinvolte CONTRO MISURE PROPORZIONALI COME:   * DISTANZIAMENTO SOCIALE nelle scuole e negli spazi scolastici * OSTACOLI ALLA SOCIALITÀ come mascherine al viso, braccialetti elettronici, od altre forme di ostacolo alla socialità ed al normale contatto umano e fisico fra compagni e compagne di classe e corpo docente, nella attività educativa e formativa ordinaria, compromessa a causa delle misure che le autorità vorrebbero implementare a scuola, non rispettose del principio di proporzionalità. * DIDATTICA A DISTANZA, cosiddetta DaD, lesiva della qualità dell’apprendimento e dell’insegnamento, e priva del fondamentale contatto umano e sociale “in presenza”, insostituibile. * Eventuali VINCOLI SANITARI O RICATTI DI PROFILASSI COERCITIVA E DISCRIMINATORIA, LESIVA DEL PRINCIPIO DEL CONSENSO LIBERO ED INFORMATO E DEL PRINCIPIO DI PROPORZIONALITÀ. Cancellazione in toto alla disposizione della chiamata dell’ambulanza senza previo avviso del genitore.   Inoltre ci rivolgiamo al Ministero e all’ufficio scolastico regionale di:   * Migliorare le attuali strutture scolastiche con ampliamenti e ristrutturazioni di aule, spazi comuni, laboratori per fornire un ambiente adeguato alle norme igienico-sanitarie richieste dalla nuova situazione dovuta al COVID 19. * Adeguare gli organici docenti ATA.   E chiediamo:   * L’assunzione di personale docente in numero sufficiente a garantire il numero di alunni per classe. Per fare questo è necessaria la stabilizzazione de personale precario con procedure rapide ed efficaci. Vengano perciò ritirai i tagli previsti anche nella nostra Provincia agli organici. * L’assunzione stabile di personale assistente, tecnico e amministrativo adeguato all’aumento del carico di lavoro. * Ogni istituto abbia la dirigenza al completo (DS e DSGA) senza più reggenze.   Ai sensi della legge 675/96 (legge della privacy) e ai sensi del decreto Legislativo 30 giugno 2003 n196 del GDPR (regolamento UE 2016/679) i sottoscritti autorizzano il trattamento dei dati personali presenti nella petizione.

 

Firma La Petizione

O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
59 / 5000

Firme Recenti

vedi tutte le firme

Ketty pichelDa:
Giustizia, diritti e ordine pubblicoIn:
Destinatario petizione:
Al Presidente della repubblica Sergio Mattarella. Al Ministro dell’ istruzione Lucia Azzolina. Al Consiglio superiore della Pubblica istruzione. Al Presidente della regione Massimiliano Fedriga. Al Sindaco del comune di Trieste Roberto Di Piazza.

Sostenitori ufficiali della petizione:
Gruppo pubblico Facebook: Scuola in sicurezza - NO mascherine - NO distanziamento sociale

Tags

didattica a distanza, distanziamento sociale, mascherine, salute, scuola, scuola in presenza, scuola reale

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets