Limitiamo l'impatto dei tagli e della mobilità: una proposta per le graduatorie ad esaurimento firma ora

In seguito all'abolizione delle graduatorie di coda e alla riapertura delle graduatorie provinciali ad esaurimento, tutti noi abbiamo dovuto scegliere una sola provincia, sulla quale spendere tutto il punteggio accumulato in anni di lavoro e di sacrifici. Il problema che potrebbe prospettarsi a breve è quello del possibile sovraffollamento delle graduatorie di alcune province, che sembravano offrire opportunità allettanti in astratto, all'atto della scelta, ma che ora potrebbero essere saturate da un numero eccessivo di inserimenti di nuovi aspiranti, che andrebbero necessariamente a sommarsi ai nefasti effetti dei nuovi tagli incombenti.
Chi avesse “sbagliato provincia” si troverebbe senza altre possibilità oltre a quelle offerte dal cosiddetto “salvaprecari” e dalle supplenze brevi assegnate da graduatoria d'istituto, mentre, magari, nelle province vicine a quella scelta, potrebbero essere rimaste cattedre o spezzoni orari ancora da assegnare.
Per offrire a tutti una possibilità in più, si propone la creazione di graduatorie regionali. In esse ciascun aspirante inserito nelle graduatorie ad esaurimento di una delle province della regione figurerebbe a pettine con il proprio punteggio. Si farebbe ricorso alle graduatorie regionali solo in caso di esaurimento delle singole graduatorie provinciali, in presenza di cattedre o spezzoni ancora da assegnare, prima di scorrere le graduatorie d'istituto.
Una graduatoria regionale come quella proposta offrirebbe qualche possibilità di lavoro in più a tutti gli aspiranti iscritti alle graduatorie ad esaurimento, indipendentemente dal loro percorso abilitativo. Nessuno sarebbe scavalcato, perché le graduatorie regionali sarebbero fatte scorrere solo dopo l'esaurimento delle singole graduatorie provinciali. Al tempo stesso, tale provvedimento permetterebbe di limitare al minimo il ricorso a personale non abilitato, ottimizzando l'utilizzo delle risorse già disponibili in ambito regionale e valorizzandone la professionalità.
Nulla cambierebbe nel processo di assegnazione delle supplenze brevi, in quanto dalle graduatorie regionali si attingerebbe solo per assegnare cattedre al termine delle attività didattiche o spezzoni residuati dalle nomine dei singoli provveditorati, non per le supplenze brevi (maternità, malattie, etc.). In tal modo, anche i diritti dei docenti iscritti nelle III fasce delle graduatorie d'istituto verrebbero salvaguardati.
Con gli attuali mezzi informatici la compilazione e la gestione delle graduatorie regionali sembrerebbe tutt'altro che impraticabile, considerando che i provveditorati negli ultimi anni si sono spesso dovuti misurare con i numeri a quattro cifre delle vecchie graduatorie di coda. Inoltre, le operazioni di convoca sembrerebbero di non difficoltosa attuazione, anche grazie alla possibilità di utilizzare i nuovi servizi di posta elettronica certificata.
Le graduatorie regionali non annullerebbero i devastanti effetti operati dai tagli presenti, passati e futuri, ma potrebbero rappresentare un'opportunità in più da offrire agli insegnanti precari, anche di fronte ai possibili squilibri determinati da una fase di mobilità di cui sembra ora difficile valutare appieno la portata e gli effetti.

Firma La Petizione

O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
33 / 100

Firme Recenti

vedi tutte le firme

Luca La GrottaDa:
Scuola ed educazioneIn:
Destinatario petizione:
MIUR, organizzazioni sindacali di categoria

Sostenitori ufficiali della petizione:
Luca La Grotta

Tags

docenti, incarichi, scuola, supplenze, tagli, trasferimenti

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets